martedì 17 maggio 2011

Ariano Irpino: gli extraurbani AIR


Nella piazza dove transitano tutte le linee urbane della AMU, è situato il capolinea delle linee extraurbane gestite dalla A.IR. (Autoservizi Irpini).
La A.IR. nasce il 16 Novembre 2001 e gestisce il servizio extraurbano in tutto il territorio dell'Irpinia (vale a dire tutta la provincia di Avellino), arrivando anche in altre città della Campania, come Napoli, Benevento, Caserta e Salerno, fino ad esercitare anche alcune linee interregionali raggiungendo Foggia e Roma.

 
Ad Ariano Irpino il meglio della A.IR. circola (come sempre...) durante l'orario scolastico la piazza è praticamente colma di bus e pullman carichi di studenti che tornano a casa. il parco mezzi A.IR. non mi ha lasciato indifferente, hanno mezzi abbastanza moderni alternati da pullman datati ma che ancora oggi sono molto affidabili.
Differentemente dalle altre aziende che ho ho potuto conoscere e documentere sul mio blog, alla A.IR. i mezzi vengono numerati in maniera molto differente: anzichè numerare le vetture in progressione (esempio MODELLO1: 1000-1099, MODELLO2: 1100-1199, ecc.), collocano all'inizio il modello del mezzo e poi due cifre progressive.
Vediamo meglio...

    IVECO 370.12.L25 n.37070


Ecco il mezzo extraurbano più vecchio che ho incontrato durante la mia permanenza ad Ariano: un Iveco 370 datato Luglio 1985 di 12 metri in arrivo al capolinea per condurre gli studenti, usciti da poco dalle scuole,  nelle loro abitazioni.
Questo è un chiaro esempio della numerazione dei mezzi che accennavo in precedenza: come potete notare il mezzo è numerato 37070, vale a dire il modello (370) e il numero progressivo (70). Quindi possiamo affermare che questo è il settantesimo Iveco 370 della A.IR.

   IVECO 370S.10.L25 n.7033


Altro 370, ma un po' più recente rispetto al precedente modello. Questo Iveco 370S è datato Febbraio 1988 e anch'esso viene utilizzato soprattutto per le punte scolastiche.
A differenza del 370, la matricola non ha lo stesso stile, infatti si può notare l'abituale matricola 7033.

    IVECO 370S.10.L25 POKER ORLANDI n.7066


Non c'è solo carrozzeria originale Fiat ad Ariano!questo infatti è sempre un 370 (wow il terzo di fila che mi è capitato...), ma carrozzato Orlandi Poker e lungo 10.5 metri. E' stato immatricolato nel 1998, circa lo stesso periodo degli esemplari che abbiamo noi nel Lazio.
Non posso confermare che questo mezzo circola solo durante le punte scolastiche perchè, ripeto, non sono a conoscenza dei mezzi che girano nelle altre parti dell'Irpinia. Posso solo dire che dopo le 14 si sono nettamente dileguati almeno ad Ariano Irpino.

    IVECO 380.12.35 EUROCLASS n.38011


Cambiamo modello: ecco un 380 Euroclass di 12 metri in arrivo al capolinea di Ariano. 
Durante la mattinata ne sono circolati diversi ad Ariano, segno che almeno i 380 non vengono utilizzati solo per le scuole.
Si ritrova la tipica numerazione "irpina". Questo è l'undicesimo 380 arrivato alla A.IR.

    IRISBUS MYWAY n.MW17


Cito ora i mezzi più moderni che ho immortalato ad Ariano Irpino. Questo è un MyWay immatricolato nel 2002, qui nella foto sulla linea Avellino-Ariano.
Anche qui numerazione "irpina" ma con una piccola variazione: anzichè mettere i numeri all'inzio come ad esempio 370 e 380, nei MyWay mettono semplicemente le iniziali MW e il classico numero a due cifre progressivo.

    IRISBUS ARWAY n.MW27


Questo è uno dei modelli più moderni che ho fotografato ad Ariano. Questo è un Arway arrivato verso la fine del 2007, dotato di cambio Voith a 5 marce.
Sonoricamente sono identici ai nostri Arway del Cotral, forse un po' più canterini.
La numerazione è sempre "irpina" ma con una particolarità: anzichè metterci le iniziali dell'Arway, la A.IR ha pensato bene di proseguire la numerazione destinata ai Myway. Infatti notiamo questo mezzo numerato MW27.

1 commenti:

numerosociale148 ha detto...

Incredibile! L'AIR ha ancora in servizio dei 370 ancora più vecchi! Proprio come quelli dell'ARPA!! Saccone ne ha fotografato uno del 1982 nei giorni scorsi ad Avellino! Però pare che non arrivino fino ad Ariano, sarebbe già una fortuna trovarlo nel capoluogo irpino.